Configurazione Mini-PC per Smart-working a meno di 400€

Vista la situazione di emergenza che ci colpisce, molti preferiscono lavorare a casa, ma dal momento che molti usando il PC a lavoro, a casa hanno un portatile lento o neanche, ho deciso di mettermi a cercare quella che, secondo me, è la configurazione migliore dal rapporto tra velocità-valore e il prezzo, il tutto rimanendo nella forma più piccola possibile. Dunque vediamola, nei dettagli.

Procesore

Il processore è stata una scelta ardua, e lascio a voi la scelta.
Se volete una configurazione più veloce del 20%, ed avete una ventina di euro di margine allora la scelta è sicuramente un Ryzen 3 3200g

Se invece volete risparmiare, allora il AMD Athlon 3000G è il vostro caso

Scheda madre

La scheda madre è stata una scelta un po’ forzata la B450 I AORUS PRO WIFI ITX della Gigabyte, ma ha tutto quello che serve per lo smart-working:

  • Wi-Fi 802.11a/b/g/n/ac & Bluetooth 5 per connessioni senza cavo velocissime
  • Due porte HDMI per monitor e proiettori
  • Una porta M.2 PCIe 4.0 per un sistema pronto in un batter d’occhio

Memoria RAM

Per concludere con l’ultimo ingrediente base, ovvero la RAM, ho optato per 8GB con una velocità fino a 3000MHz, le Corsair VENGEANCE. Se volete approfondire su quanta RAM serve nel 2020 leggete anche questo articolo!
Anche se la velocità potrebbe sembrare eccessiva, ma se scegliete di montare il Ryzen 3 allora ne avete bisogno, mentre per l’Athlon, avendo risparmiato un po’ sul processore, è il caso di investirli in qui.

Archiviazione

Per lo storage, ho optato per il Silicon Power ACE A80, disco PCIe 3.0, ma con velocità in lettura e scrittura oltre i 2.5 GB/s. Lo spazio pare ridotto, ma 256GB Per la produttività sono parecchi.
Questo SSD è il migliore per la qualità prezzo, ma con qualche euro in più si può avere più spazio.

Case

Tutto questo rientra in un case molto piccolo ed adatto a qualsiasi casa.
Un case ideato per l’HTPC ma validissimo per questa configurazione CiT S014B.
Presenta un lettore SD integrato e un alimentatore da – dichiarati – 300W.
Con un riser è possibile anche montare una GPU da uno slot, senza si possono montare le GPU Low-Profile.

Costo finale

Con la CPU Athlon siamo a quota 358.5€ in data di scrittura, mentre con il Ryzen 3 siamo a 392,5€!

A questo bisogna aggiungere se necessario una tastiera e mouse, e se ne hai bisogno anche un monitor.

Bene, siamo arrivati alla fine, se avete consigli o suggerimenti scrivete pure qui sotto, altrimenti ci vede con il prossimo articolo!

Photo by Vladimir Malyutin on Unsplash

Staff

Read Previous

Unreal Engine 5: il demo del gameplay quasi al fotorealismo

Read Next

Warhol e Raphael sono i nomi dei nuovi AMD Ryzen?

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *